Musei di Rimini

Logo stampa
slideshow
 
  •  
 
 
Sei in: Eventi

Il mondo illustrato di Rébecca Dautremer

 

far | fabbrica arte rimini 16.05 > 21.06 2015 Inaugurazione sabato 16 maggio 2015, ore 18


Dal 16-05-2015 al 21-06-2015

rebecca

Si inaugura sabato 16 maggio 2015 alla Far (Fabbrica Arte Rimini-Palazzo Podestà Piazza Cavour) la mostra dell’illustratrice francese Rébecca Dautremer una delle più importanti ed apprezzate illustratrici per ragazzi contemporanee. Verranno esposte tavole e disegni originali che ripercorrono alcune tappe della sua straordinaria carriera e che evidenziano la capacità onirica e trasfigurante del suo stile.
La mostra si inserisce nel programma di Mare di Libri, Festival dei ragazzi che leggono che aprirà i battenti il prossimo 11 giugno e fa parte del cartellone di manifestazioni e anteprime della prossima Biennale del Disegno Rimini che si terrà nel 2016.

Le immagini di Rébecca Dautremer fuggono dalla realtà e dalla tradizione, come in Cyrano: sul suo naso fioriscono tatuaggi maori e le sue vesti profumano di Giappone.

Questa mostra vuole essere anche un omaggio ad Alice nel Paese delle Meraviglie, che proprio quest’anno compie 150 anni. La sua è un’Alice dai capelli scuri e scomposti che ricorda l’Alice Liddell di Lewis Carroll, la bimba che ha ispirato il grande scrittore inglese per il suopersonaggio immortale. Non è facile confrontarsi con un classico così tante volte rappresentato, ma Rébecca Dautremer è riuscita a distinguersi dalla tradizione di John Tenniel proponendoci inquadrature mozzafiato che inghiottono lo spettatore, contrapposte e cadenzate come in una perfetta sinfonia da immagini pervase di silenzi e tranquillità che ricordano gli ampi spazi dell’artista americano Andrew Wyeth. Rébecca Dautremer, giovanissima e  poliedrica artista francese, lavora come una vera e propria fotografa. Si concentra in prima battuta su scene aperte, su spiazzanti prospettive, per poi avvicinarsi e puntare il suo obiettivo su ciò che davvero le interessa: l’elemento umano. E allora ci mostra i soggetti che sceglie attraverso primi piani, mezzi busti, figure intere  collocate in un campo lungo e immerse in paesaggi silenziosi ed eterei, talvolta inquadrate da dietro, come in uno scatto rubato. Eppure, anche se l’utilizzo di profondità di campo e sfocature la avvicina allo sguardo del fotografo, il prolungamento di questa elegante e poetica artista non è l’obiettivo, ma il pennello, per lo più gouaches su carta da acquerello, anche se ogni libro diventa occasione di nuove sperimentazioni, soprattutto dopo il grande successo ottenuto con Principesse dimenticate e sconosciute.
Il favore incondizionato di critica e pubblico le permette una totale libertà d’espressione e così ne Il diario segreto di Pollicino, oltre all’uso della matita e dell’incisione, ha potuto cimentarsi anche nel collage e nell’uso di materiali insoliti come le macchie lasciate qua e là dallo yogurt. La ricerca però non passa soltanto dalla scelta dell’inquadratura o della tecnica d’illustrazione. Rébecca Dautremer studia la luce con attenzione e profondità: la luce è colore, talvolta forte e deciso, talvolta etereo e sognante. La formazione parigina alla scuola di arti decorative emerge chiaramente nell’eleganza di ogni stoffa, nella precisione prestata al singolo capello agitato dal vento, nella strana polvere che sembra pervadere alcune illustrazioni.

Rébecca Dautremer (Gap, Francia, 1971) è nota al grande pubblico per Principesse dimenticate o sconosciute (Rizzoli). Vive a Parigi con i tre figli e il marito Taï-Marc Le Thanh, autore per ragazzi, con il quale collabora regolarmente. Appassionata di disegno sin da piccola, ha studiato Arti Decorative a Parigi e pubblicato il suo primo albo illustrato per ragazzi nel 1996. Conosciuta ed amata in tutto il mondo per il suo stile inconfondibile e raffinato è tra gli artisti scelti dallo stilista Kenzo per creare la linea grafica di alcuni profumi del suo marchio. Attratta dalla fotografia, ha cominciato ad interessarsi alle arti grafiche all'inizio degli anni novanta, iscrivendosi ad un corso di grafica presso l'ENSAD (Ecole Nationale Supérieure des Arts Décoratifs) di Parigi. Dopo il 1995, la casa editrice Gautier-Languereau le affida la realizzazione delle illustrazioni di L'Enfant espion di Alphonse Daudet, a cui segue a brevissima distanza La Chèvre aux loups di Maurice Genevoix. Contemporaneamente Rebecca Dautremer inizia a lavorare anche per altri editori, acquistando gradualmente notorietà presso il grande pubblico. Nel 2003 pubblica il libro di illustrazioni L’Amoureux in cui precisa il proprio stile, ma è soprattutto il successivo Principesse dimenticate e sconosciute a lanciare definitivamente la sua carriera. La Dautremer ha curato anche la grafica del film Nat e il segreto di Eleonora.

Il mondo illustrato di Rébecca Dautremer (Mes petits papiers / illustrations originales)
si avvale del sostegno di Regione Emilia-Romagna/Assessorato alla Cultura

far | galleria comunale d'arte moderna e contemporanea
piazza cavour rimini - info 0541 704416 / 704414
www.riminifar.it www.riminirec.it
www.museicomunalirimini.it

orario 16-22
lunedì non festivi chiuso
ingresso libero
in collaborazione con Associazione Culturale Mare di libri